La Tassazione Agricola in Russia: Guida Completa al Sistema Fiscale Unificato per gli Agricoltori

La Tassazione Agricola in Russia: Guida Completa al Sistema Fiscale Unificato per gli Agricoltori

La Russia è il paese più grande del mondo e per questo motivo, gli agricoltori di paesi dove la terra è più scarsa, come i Paesi Bassi, spesso guardano con interesse a questa colossale “terra di opportunità”. Ma come funziona l’agricoltura in Russia? In questo post del blog spiegherò come vengono tassate le attività agricole in Russia. Se sei interessato a possedere terreni in Russia come straniero, ti consiglio di leggere anche il mio post sul blog riguardante le restrizioni alla proprietà terriera straniera in Russia.

In Russia, l’agricoltura è uno dei settori più grandi dell’economia. La coltivazione delle piante è considerata la principale direzione, rappresentando la maggior parte della produzione agricola. Tra le principali colture coltivate possiamo evidenziare: cereali; patate; soia; verdure.

Il governo russo ha cercato di stimolare l’agricoltura in Russia per molti anni. Un modo in cui ha cercato di farlo è stato attraverso un regime fiscale speciale: l’Imposta Agricola Unificata.

In questo articolo, vogliamo discutere chi può applicare questo regime fiscale, quali limitazioni esistono e, soprattutto, i vantaggi di applicare tale imposta.

In Questa Pagina

Quali Sistemi Fiscali Esistono in Russia

all’inizio

In Russia, ci sono sei sistemi fiscali:

  • Sistema di tassazione generale (GTS);
  • Sistema di tassazione semplificata (STS);
  • Imposta agricola unica (SAT);
  • Sistema di tassazione del brevetto (PTS);
  • Imposta sul reddito personale (PIT);
  • Sistema di tassazione automatica (ATS).

Indipendentemente dal sistema fiscale, se un’azienda o un imprenditore individuale ha dipendenti, il datore di lavoro paga l’imposta sul reddito delle persone fisiche (13% del reddito del dipendente) e i contributi ai fondi.

Sistema di Tassazione Generale (GTS)

all’inizio

Il GTS è un sistema universale che può essere utilizzato da tutti gli imprenditori e le aziende senza restrizioni. Il regime generale è automaticamente stabilito per tutte le aziende e gli imprenditori individuali se non ne hanno scelto un altro. Le principali tasse sotto il GTS sono l’IVA, l’imposta sul reddito delle società per le persone giuridiche, l’imposta sul reddito delle persone fisiche per gli imprenditori individuali e le tasse sulla proprietà.

Sistema di Tassazione Semplificata (STS)

all’inizio

L’STS è un regime fiscale speciale progettato per le piccole e medie imprese. Il carico fiscale sotto di esso è significativamente inferiore rispetto al GTS. Le aziende non possono applicare l’STS se:

La quota di partecipazione di altre organizzazioni supera il 25%;
L’azienda ha filiali;
Aziende e imprenditori individuali impegnati in determinati tipi di attività, come banche, assicuratori, fondi pensione non statali, pegni, fondi di investimento.
Chi può applicare l’STS?
Aziende con un reddito annuo non superiore a 164,4 milioni di rubli e un numero medio di dipendenti non superiore a 100 persone.

Sistema di Tassazione del Brevetto (PTS)

all’inizio

Il PTS prevede che gli imprenditori acquisiscano un brevetto, ovvero il diritto di condurre un tipo specifico di attività. L’imprenditore paga un importo fisso in base alla durata di validità del brevetto.

Imposta sul Reddito Professionale (TPI)

all’inizio

Il TPI è un regime fiscale speciale per le persone senza registrazione come imprenditori individuali.

Sistema di Tassazione Automatica (ATS)

all’inizio

L’ATS è un regime fiscale sperimentale per le piccole imprese. Fino al 31 dicembre 2027, è applicabile solo a Mosca e nella regione di Mosca, nella Repubblica del Tatarstan e nella regione di Kaluga.

Imposta Agricola Unificata (UAT)

all’inizio

L’Imposta Agricola Unificata può essere applicata da organizzazioni e imprenditori individuali impegnati nella produzione agricola, nonché da coloro che forniscono servizi ai produttori agricoli nel campo della coltivazione e dell’allevamento. I produttori agricoli sono riconosciuti come organizzazioni e imprenditori individuali impegnati nella produzione agricola, nella sua lavorazione primaria e successiva (industriale) e nella vendita di questa produzione.

Chi può applicare l’Imposta Agricola Unificata?

all’inizio

L’Imposta Agricola Unificata può essere applicata da organizzazioni e imprenditori individuali impegnati nella produzione agricola, nonché da coloro che forniscono servizi ai produttori agricoli nel campo della coltivazione e dell’allevamento. I produttori agricoli sono riconosciuti come organizzazioni e imprenditori individuali impegnati nella produzione agricola, nella sua lavorazione primaria e successiva (industriale) e nella vendita di questa produzione.

Prodotti ai Quali Può Essere Applicata l’UAT

all’inizio

La lista dei prodotti agricoli è definita nella Risoluzione del Governo della Federazione Russa e include:

  • Cereali (grano, orzo, avena, mais, riso) e legumi (piselli, fagioli, ceci, soia)
  • Cotone e lino, arachidi, girasole, canna da zucchero, barbabietola da zucchero, tabacco, ecc.
  • Frutta, uva, colture perenni e prodotti floricoli
  • Prodotti di allevamento, suini, ovini e caprini
  • Prodotti avicoli
  • Prodotti equini, asinini e muli (inclusi i cavalli)
  • Prodotti di allevamento di renne e cammelli
  • Conigli, pellicceria
  • Acquacoltura, apicoltura, sericoltura, inseminazione artificiale
  • Altri prodotti di allevamento
  • Prodotti di pesca commerciale

Prodotti Ristretti Sotto l’UAT

all’inizio

Non è possibile commerciare beni soggetti ad accisa. Tuttavia, le eccezioni includono uva, vino, spumante (champagne), materiali vinicoli e mosto d’uva di propria produzione.

Questi sono i soggetti che non possono applicare l’UAT

all’inizio

  • Aziende e imprenditori individuali che non producono prodotti agricoli ma li elaborano solo.
  • Aziende e imprenditori individuali che producono beni soggetti ad accisa, tranne i produttori di uva e i produttori di prodotti vinicoli realizzati con la propria uva.
  • Rappresentanti del settore del gioco d’azzardo.
  • Istituzioni statali, di bilancio e autonome.

Rivendita di Prodotti Agricoli Non Qualifica Come Attività Agricola

all’inizio

Se un’organizzazione o un imprenditore individuale si occupa di rivendere piuttosto che produrre prodotti agricoli, non sono idonei per questo regime fiscale.

Un’altra condizione importante è che almeno il 70% del reddito deve provenire dalla vendita dei propri prodotti agricoli, prodotti di prima lavorazione o dalla fornitura di servizi ausiliari ad altri produttori agricoli. Per calcolare questa percentuale correttamente, puoi usare la seguente formula:

Reddito dai propri prodotti agricoli : Ricavi totali X 100%

Se la quota è pari o superiore al 70%, soddisfi il requisito per operare sotto questo regime speciale.

Numero Massimo di Dipendenti in Questo Regime Fiscale

all’inizio

Inoltre, il numero medio di dipendenti nell’azienda non deve superare 300.

Quali Tasse Pagano gli Imprenditori Individuali e le Organizzazioni con l’UAT?

all’inizio

L’Imposta Agricola Unificata (UAT) sostituisce l’imposta sul reddito delle società e l’imposta sulla proprietà immobiliare utilizzata in agricoltura.

La regola generale è che l’aliquota dell’UAT è del 6%. La formula per calcolare l’UAT è la seguente: Importo UAT (pagamento anticipato delle imposte) = base imponibile × aliquota fiscale. La base imponibile è calcolata come segue: reddito ricevuto durante l’anno (o semestre) – spese sostenute durante l’anno (o semestre).

La Russia ha numerose regioni, che possono essere ampiamente categorizzate in repubbliche, territori, regioni, città federali e distretti autonomi. Queste regioni hanno diritti e obblighi diversi, che influenzano le loro strutture politiche, economiche e sociali. Ad esempio, in una regione, l’aliquota fiscale può differire da un’altra a causa di una decisione delle autorità di abbassare l’aliquota per attirare agricoltori.

Di seguito è riportata una tabella che indica le regioni in cui l’aliquota dell’imposta agricola è inferiore all’aliquota standard. In tutte le altre regioni si applica l’aliquota standard.

Tassa sulla Proprietà dei Produttori Agricoli

all’inizio

Gli imprenditori che utilizzano l’Imposta Agricola Unificata (UAT) sono esenti dal pagamento dell’imposta sulla proprietà. Tuttavia, ci sono delle eccezioni.

A partire dal 2018, solo la proprietà direttamente coinvolta nelle attività agricole è esente dalla tassazione. Questo include beni utilizzati nella produzione, lavorazione e vendita di prodotti agricoli o nella fornitura di servizi ad altri produttori agricoli. In precedenza, tale disposizione non era specificata.

La proprietà dei produttori agricoli può essere divisa in due gruppi. Uno è direttamente utilizzato per la produzione, come trattori, attrezzature per la semina, ecc. L’altro è ausiliario, comprendente magazzini, garage, ecc. L’esenzione dall’imposta si applica a entrambi i gruppi. Tuttavia, l’esenzione non si applica agli spazi ufficio, dormitori, edifici amministrativi e proprietà immobiliari simili.

Imposta sul Valore Aggiunto (IVA) per i Produttori Agricoli

all’inizio

A partire dal 1 gennaio 2019, i produttori agricoli sotto il regime speciale sono tenuti a pagare l’imposta sul valore aggiunto (IVA) al bilancio. Questo obbligo è stato stabilito dalla Legge Federale n. 335-FZ del 27 novembre 2017, che modifica il Codice Fiscale. In precedenza, il Codice Fiscale della Federazione Russa prevedeva l’esenzione dall’IVA per i contribuenti UAT. L’eccezione era l’imposta pagata al bilancio all’importazione di prodotti importati. Ora, le aziende e gli imprenditori individuali (IE) sotto l’UAT devono elaborare tutti i documenti necessari come contribuenti IVA.

Esenzione dall’IVA Sotto l’UAT

all’inizio

Le aziende sotto l’UAT hanno il diritto di essere esenti dal pagamento dell’IVA quando applicano l’UAT. Questo è possibile nelle seguenti situazioni:

Per le nuove aziende, la notifica di esenzione dall’IVA e la notifica di inizio lavoro sotto il regime speciale si applicano allo stesso anno solare. Se una nuova organizzazione non passa immediatamente all’UAT, avrà diritto a richiedere l’esenzione dall’IVA tre mesi dopo essere diventata un contribuente ordinario. Per le aziende esistenti, il rispetto della norma sui ricavi per le attività agricole. Ad esempio, per qualificarsi per l’esenzione dall’IVA nel 2023, i ricavi senza imposta nel 2022 non devono superare i 60 milioni di rubli all’anno.

Pertanto, se il limite dei ricavi non viene superato, l’azienda è esente dal pagamento dell’imposta sul valore aggiunto.

Aspetti Negativi dell’Applicazione dell’UAT

all’inizio

  1. Non è possibile commerciare beni soggetti ad accisa sotto questo regime fiscale, (con eccezioni come uva, vino, spumante (champagne), materiali vinicoli e mosto d’uva di propria produzione).
  2. Se si perde il diritto di utilizzare l’UAT, il che può avvenire in caso di violazioni come:
  • Ad esempio, se un’azienda cessa di produrre beni e inizia a rivenderli.
  • Se non viene rispettata la condizione che almeno il 70% del reddito provenga dalla produzione di prodotti agricoli.

In tali casi, l’autorità fiscale ricalcolerà l’imposta sotto il regime generale dall’inizio dell’anno.

Aspetti Positivi dell’Applicazione dell’UAT

all’inizio

  • Aliquota fiscale bassa: l’UAT sostituisce imposte come l’imposta sul reddito delle società e l’imposta sulla proprietà immobiliare utilizzata in agricoltura, il che può ridurre significativamente le spese aziendali.
  • Esenzione dal pagamento dell’imposta sulla proprietà se tale proprietà è utilizzata nelle attività di produzione agricola.
  • Il pagamento delle imposte è richiesto ogni 6 mesi, rispetto ad altri sistemi fiscali dove è ogni trimestre (ogni tre mesi).
  • Non c’è limite di reddito, come in altri sistemi fiscali. L’importo dei ricavi è importante se si desidera richiedere l’esenzione dall’IVA. In tal caso, è necessario monitorare il volume dei ricavi.

Conclusione

all’inizio

Con i suoi numerosi regimi fiscali speciali, il business in Russia può sembrare scoraggiante e confuso per alcuni stranieri. Con la giusta guida dei nostri specialisti, tuttavia, sarai in grado di prendere decisioni ben informate e rispettare la legge, pagando meno tasse rispetto ad altri paesi.

Non esitare a contattarci per qualsiasi domanda tu possa avere riguardo al fare affari in Russia.


Lascia un commento